HEMS

All posts tagged HEMS

PRESS RELEASE – 3 October 2017

Milestone Aviation Group Limited (Milestone) announced it has entered an agreement to lease two AW169 helicopters to Alidaunia S.R.L. of Italy, to support their emergency medical services (HEMS) in Italy.

Alidaunia has provided HEMS services in Italy for more than 20 years and Milestone is proud to bring latest technology aircraft to this service. One of the helicopters provided by Milestone is an extension of a current operating lease, and the second AW169 will be delivered from Milestone’s order book with Leonardo Helicopters in 2018. “Milestone is very proud to continue our strong partnership with Alidaunia, a long established and respected helicopter operator and service provider, and the launch customer for our AW169 order book,” said Milestone commercial vice president for Europe, Sebastien Moulin. “We are very pleased to bring new technology aircraft to Alidaunia’s longstanding EMS contract in Italy. We look forward to continuing to work with Alidaunia as they serve this essential function for the Italian people for years to come.” “Alidaunia has built a strong track record in serving several Italian regions and their EMS needs. Our lease partnership with Milestone continues to be a pillar for our company and our mission,” said Robert Pucillo, CEO of Alidaunia S.R.L. “Milestone understands our business as an operator and service provider. Their flexible financial solution and considerable expertise in delivering new aircraft allowed us to pursue the introduction of a new type into our fleet while minimizing our financial and operational risk.”

From 1st of August the Airgreen‘s Leonardo Helicopters AW169 I-ROBS is operating on behalf of HEMS 118 Regione Piemonte from Cuneo Levaldigi Airport. Thanks to Loris DELPIANO for this image taken at Alba Hospital (CN) during August 2017.

Heli-Expo 2017 PRESS RELEASE – 2 March 2017

Priority 1 Air Rescue debuts Helicopter Hoist Rescue SAR Training Simulator at Heli-Expo 2017.

Priority 1 Air Rescue (P1AR) will be demonstrating an operational model of their Virtual Hoist SAR simulator at booth #2417 during the 2017 Helicopter Association International Heli Expo in Dallas March 7th through the 9th.  P1AR created this smaller transportable version of their Virtual Hoist Simulator specifically for Heli-Expo 2017 to present its advanced mission training capabilities and provide a compact replica of the synthetic devices that are currently employed at Search and Rescue Tactical Training Academies (SART/TAC) located in Mesa, Arizona and Nimes-Garons, France.

“A number of our customers tell us that we should be doing more to inform the SAR community and promote how we integrate our standardized hoist mission training programs and optimise safety by employing our virtual hoist simulators, so we listened”, stated Brad Matheson President of Priority 1 Air Rescue. “As we have operational SAR crews out there performing actual rescue missions, we genuinely understand the array of challenges end users face, and consequently, how to create the most effective, safe, and high cost saving solution. We are not a simulator company selling simulators, we are an integrated training and operations provider offering a complete spectrum of mission performance solutions for end users”.   

Attendees will be available to view ‘live’ hoist and SAR mission demonstrations conducted by P1AR instructors showing the realistic hoist cable physics using multiple aircraft types, including the Bell 412/429, AW139/169/189, UH60, NH90, H135/ H225, and CH47s, operating in multiple working environments and weather conditions, day and night, unaided and with Night Vision Goggles (NVGs).

For more information about scheduling a hands on hoist simulation demonstration with the VHS at our booth at HAI 2017 or additional information about our SAR/Tactical Mission Training and Operations please contact: info@priority1airrescue.com

For more information: Contact us at info@Priority1AirRescue.com

Virtual Hoist Simulator

Leonardo Helicopters AW169 Inaer Aviation Italia I-KYRA … just after her arrival in Pescara in order to operate on behalf of 118 Abruzzo Soccorso – Regione Abruzzo, February 2017. Thanks to Fabio De NICOLA / Pescara SPOTTERS for these images.

Leonardo Helicopters AW169 Inaer Aviation Italia I-KYRA … just after her arrival in Pescara in order to operate on behalf of 118 Abruzzo Soccorso – Regione Abruzzo, February 2017.

IL SOLE 24 ORE – In Lombardia scatta l’ora dell’elisoccorso 2.0

Fonte: IL SOLE 24ORE – di Cristina Corbetta (Areu Lombardia)

Il 2017 sarà l’anno della tecnologia per il soccorso sanitario extraospedaliero in Lombardia; grande protagonista è l’elicottero del soccorso, da cui si partirà per ridisegnare la mappa del soccorso sanitario sul territorio lombardo.

Il clou del cambiamento sarà l’estensione del volo notturno: fino a ieri, in Lombardia gli elicotteri del soccorso facevano, di notte, non più di un centinaio interventi/anno per lo scarso numero delle elisuperfici abilitate. Non a caso è stato necessario uno sviluppo esteso dell’utilizzo dei Mezzi di soccorso su gomma per garantire un’adeguata copertura territoriale h24. La situazione però sta cambiando: l’applicazione su tutto il territorio nazionale del Regolamento europeo 965/2012 prevede infatti la possibilità di utilizzo, per l’atterraggio notturno, di aree che non devono obbligatoriamente essere certificate dall’Autorità aeronautica Enac: ad esempio i campi sportivi illuminati già esistenti (siti Hems).

L’Azienda regionale Emergenza Urgenza (Areu) ha individuato più di un centinaio di aree idonee su tutto il territorio regionale; tra queste soprattutto i campi sportivi, ma anche altre aree di adeguate dimensioni, ben delimitate e controllate. Si tratta di siti che i Comuni possono, rendere disponibili per l’attività di elisoccorso notturno con interventi economici contenuti (mediamente inferiori ai 3.000 euro) e che devono essere collocate in punti logisticamente strategici per l’attività di soccorso e di rendez vous con i mezzi di soccorso su gomma (e che comunque devono essere sottoposte alla valutazione di un’apposita Commissione Tecnica Regionale istituita da Areu). All’inizio del nuovo anno sono già disponibili per il volo notturno 75 siti Hems, ed è previsto un ulteriore aumento fino a 150.

Un’altra novità tecnologica che incrementerà notevolmente il volo notturno è l’utilizzo dei visori notturni (Nvg -Night vision googles), in passato non contemplati dalla normativa italiana per il volo civile. In pratica, si tratta di visori montati sul casco dei piloti che consentono di “vedere” anche di notte e quindi di volare anche quando è buio.

Ma c’è dell’altro: alla disponibilità dei nuovi siti per l’atterraggio e degli Nvg si aggiunge la progettazione della navigazione Pbn (Performance based navigation) che individua rotte strumentali utili per i voli notturni e per diurni in condizioni meteo moderatamente avverse. Obiettivo per il 2020 è quello di avere a disposizione tutte le rotte Pbn utili al servizio

Insomma, gli elicotteri del soccorso voleranno molto di più, con conseguenze importanti per tutto l’ambito del soccorso sanitario extraospedaliero: «Un utilizzo più diffuso dell’elicottero in orario notturno – spiega il Dg di Areu Alberto Zoli – permetterà un nuovo assetto organizzativo del soccorso sanitario che parte dall’integrazione dell’attività dei trasporti su gomma con gli elicotteri che garantisce il raggiungimento di alcuni obiettivi imprescindibili per un soccorso sanitario di qualità: una più corretta copertura del territorio, interventi più rapidi in aree poco attrezzate, medicalizzazione precoce, centralizzazione negli ospedali Hub più appropriati. A tutto questo si affiancheranno altre sperimentazioni tecnologiche innovative, tra cui speciali occhiali in dotazione al personale dei mezzi di soccorso su gomma che permettono di inviare le immagini in tempo reale alla Sala operativa, dove il medico presente H24 può “vedere e sentire” in diretta quanto accade sul territorio».

Un ruolo fondamentale nello sviluppo dei “soccorsi 2.0” è svolto anche dalla presenza sul territorio lombardo di tre Centrali uniche di risposta (Cur) del numero unico112, un esempio di quanto possa fare la tecnologia applicata ai servizi per la sicurezza del cittadino, con la garanzia di un’azione di filtro delle chiamate inappropriate (circa il 60% del totale) e con la possibilità di identificazione/localizzazione del chiamante, a seconda che quest’ultimo chiami da telefono fisso o da telefono mobile. L’introduzione del Numero unico dell’emergenza 112 in Lombardia ha permesso il miglioramento del processo di gestione delle chiamate di soccorso sanitario e l’avvio di un processo di riorganizzazione delle postazioni e dei mezzi di soccorso.

Non a caso nel 2017 il modello Nue lombardo, riconosciuto già nel 2015 come modello dello Stato italiano, sarà avviato in Liguria, Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Lazio (dove è già attivo nella città di Roma).

ANSV NEWS – 24 Gennaio 2017

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) ha aperto un’inchiesta di sicurezza sull’incidente che, oggi 24 gennaio, intorno alle 12.15 locali, ha coinvolto l’elicottero AW139 marche EC-KJT, in prossimità del Laghetto di Campo Felice, in provincia dell’Aquila.
L’elicottero, con sei persone a bordo, stava rientrando dopo aver soccorso una persona infortunata.
L’ANSV ha disposto l’invio di un team investigativo nella zona dell’evento, resa decisamente impervia anche dalle condizioni meteorologiche avverse.

ANSV NEWS – 25 Gennaio 2017

Con riferimento all’incidente che, ieri, martedì 24 gennaio, ha coinvolto l’elicottero AW139 marche EC-KJT in provincia dell’Aquila, provocando il decesso dei sei occupanti, l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) conferma che il registratore di volo è stato recuperato, in data odierna, nel corso del sopralluogo operativo effettuato dal proprio personale investigativo.
Il registratore in questione, del tipo Multi-Purpose Flight Recorder, memorizza sia i parametri di volo, sia le comunicazioni ed i suoni nella cabina di pilotaggio. L’apparato, ad un primo esame esterno, è apparso integro e in buono stato.
Nel rispetto della normativa UE, il registratore di volo è stato preso in consegna dal personale ANSV, in coordinamento con la competente Procura della Repubblica, e sarà prossimamente decodificato nei laboratori della stessa ANSV.
Durante il sopralluogo operativo sono state acquisite utili evidenze, che, integrate con i dati estratti dal citato registratore di volo, contribuiranno a ricostruire la dinamica dell’incidente e le cause che lo hanno determinato.