HEMS

All posts tagged HEMS

  • Contract for four AW139s with deliveries starting in Q3 2020
  • Miami-Dade County Mayor Carlos A. Gimenez said, “The safety of our Miami-Dade Fire Rescue operations team and the well-being of the residents we serve is our greatest priority. For those reasons, the crashworthiness standards of the top-ranked Leonardo helicopters were a key factor in our County’s decision to award this contract. In addition, the purchase price, training services and support we will receive during the transition to these world-class aircraft were also strong considerations”
  • Celebrating its 1000th delivery in September, the AW139 is the most successful global helicopter program in the last 15 years

PRESS RELEASE – Philadelphia, 2 December 2019

Leonardo announced that Miami-Dade Fire Rescue (MDFR) signed a contract for four AW139 intermediate twin engine helicopters.

The aircraft will be used to perform a range of missionsprimarily fire suppression, emergency medical services (EMS) and search and rescue (SAR)—and will have special equipment including a cargo hook, rescue hoist and Bambi bucket. The first helicopter is expected to be delivered from Leonardo’s Philadelphia facility in Q3 2020. A comprehensive 5-year support, maintenance and training package will be provided with the possibility of a further extension to a total of 15 years. “The safety of our Miami-Dade Fire Rescue operations team and the well-being of the residents we serve is our greatest priority. For those reasons, the crashworthiness standards of the topranked Leonardo helicopters were a key factor in our County’s decision to award this contract,” said Miami-Dade County Mayor Carlos A. Gimenez. “In addition, the purchase price, training services and support we will receive during the transition to these world-class aircraft were also strong considerations.” Located along the southeast tip of the Florida peninsula, Miami-Dade is the most populous county in the state. It encompasses more than 2,000 square miles with one-third of the county located in Everglades National Park. Because of the scope of its operations, Miami-Dade Air Rescue is frequently requested to provide mutual aid support to neighboring counties including Monroe, Collier, Broward and Lee. Celebrating its 1000th delivery in September, the AW139 is the most successful global helicopter program in the last 15 years.

With more than 280 operators in over 70 countries to date, the AW139 saves lives every day and guarantees safety in every corner of the world. In the United States, the AW139 counts as customers the Los Angeles Fire Department (LAFD), New Jersey and Maryland States Police Departments, among many others, while the US Air Force (USAF) will introduce the AW139-based Boeing MH-139 to replace the UH-1N fleet. The AW139 is widely used across many countries worldwide for firefighting, rescue and law enforcement duties including Italy, UK, Japan, South Korea and Australia, to name a few.

I-LIDI – Italian Helicopter Register NEWS

ITALIAN HELICOPTER REGISTER NEWS
Leonardo Helicopters AW169 ( c/n 69063 ) I-LIDI
ITALIAN HELICOPTER REGISTER NEWS
Leonardo Helicopters AW169 ( c/n 69063 ) I-LIDI

Thanks to Michele MASTASCUSA for these first images of the second Leonardo AW169 operated by Alidaunia as I-LIDI … resting at San Giovanni Rotondo (FG) Helipad, November 2019.

I-SRNT – DATA SHEET update

ITALIAN ROTORS
AgustaWestland AW139 ( c/n 31588 ) I-SRNT
ITALIAN ROTORS
AgustaWestland AW139 ( c/n 31588 ) I-SRNT
ITALIAN ROTORS
AgustaWestland AW139 ( c/n 31588 ) I-SRNT

Here several new images of the Babcock Mission Critical Services Italia AgustaWestland AW139 I-SRNT … operating on behalf of AREU Regione Lombardia – Elisoccorso Milano. The images were taken during a rescue mission in Boffalora Ticino (MI), November 2019.

HELI IMAGE OF THE DAY
Leonardo Helicopters AW169 ( c/n 69013 ) EI-FNT

Thanks to Daniel VERONESI for this image of the Leonardo AW169 EI-FNT operated from Elitaliana as “Pegaso 21” on behalf of ARES 118 Regione Lazio … Fonte di Papa (RM), June 2018.

COMUNICATO STAMPA AERONAUTICA MILITARE

AERONAUTICA: AL VIA IN UMBRIA ESERCITAZIONE INTERNAZIONALE DI SOCCORSO AEREO “GRIFONE 2019”

Sull’aeroporto di Foligno, dal 9 al 13 settembre, opereranno 13 velivoli e 27 squadre di ricerca e soccorso a terra

Si svolgerà dal 09 al 13 settembre 2019, nella provincia di Perugia (Umbria), la dodicesima edizione dell’esercitazione “Grifone”, la principale attività addestrativa dell’Aeronautica Militare nel campo della ricerca e soccorso aereo, in collaborazione con il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). All’edizione di quest’anno parteciperanno 13 velivoli e 27 squadre di ricerca e soccorso a terra appartenenti a Reparti di volo delle Forze Armate italiane, Corpi Armati dello Stato ed altri Enti ed Amministrazioni italiane e straniere che hanno aderito all’accordo internazionale SAR. Med. Occ. (Search And Rescue Mediterraneo Occidentale).

La “Grifone” è un’esercitazione internazionale, interforze ed interagenzia organizzata annualmente dall’Aeronautica Militare con l’obiettivo di proiettare la capacità di comando, controllo e coordinamento degli assetti impiegati, in prossimità del luogo in cui si è verificato un incidente aeronautico. In questo modo sarà possibile  mantenere sempre elevati gli standard nell’ambito delle attività di ricerca e soccorso sia diurne che notturne in ambiente montano ed impervio e verrà incrementata la conoscenza delle procedure comuni, sia in campo nazionale che internazionale, al fine di ottenere un impiego ottimale di tutte le forze disponibili.

Inoltre, quest’anno per il secondo anno, all’interno della “Grifone” prenderà parte l’esercitazione “Eleos”, incentrata sulla gestione post incidente aeronautico che vedrà interessato personale civile e militare dell’Aeronautica Militare, dell’Università degli Studi di Urbino, la Polizia di Stato e l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche (ARPAM).  In questo ambito l’addestramento si concentrerà sulla ricerca e recupero di materiali appositamente predisposti, sulla prevenzione infortuni, sulla protezione ambientale, sulle attività della polizia giudiziaria e sulla gestione dello stress.

All’edizione di quest’anno che si svolgerà presso l’aeroporto civile di Foligno in collaborazione con l’Aeroclub Foligno, parteciperanno assetti e personale dell’Aeronautica Militare, dell’Esercito Italiano, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco, del Corpo Ausiliario Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, del CNSAS, della Protezione Civile e Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza 118 della provincia di Perugia.

E’ inoltre prevista la presenza di un elicottero AS-555 Fennec dell’Armée de l’Air (Francia), di un AS332 spagnolo e di un AS332 della Luftwaffe svizzera, nonché la partecipazione di osservatori stranieri tra cui Austria, Bosnia, Portogallo, Emirati Arabi Uniti, Serbia.

Reykjavik, 01 April 2019 – Airbus Helicopters is supporting the Icelandic Coast Guard (ICG) with the entry into service of two Airbus H225 heavy search and rescue (SAR) helicopters as the first step in a renewal of the agency’s helicopter fleet.

The aircraft are replacing two of the ICG’s three existing Airbus AS332L1 Super Pumas, the first of which entered service in 1995. They are being leased from Norwegian helicopter lessor Knut Axel Ugland Holding AS and will both be in service by the end of April 2019. The ICG plans to purchase permanent replacements for all three aircraft in its fleet by 2022.

Airbus Helicopters is providing pilot and technician training on key features of the H225 and ongoing maintenance and support under an HCare Smart Parts By the Hour contract.

The 11-tonne category, twin-engine H225 is the latest member of Airbus Helicopters’ Super Puma family with more powerful engines providing a smoother ride and enhanced performance compared to the AS332L1.

Equipped with state-of-the-art electronic instruments and a 4-axis autopilot system, the H225 offers outstanding endurance and fast cruise speed, and can be fitted with a wide range of SAR equipment. Operated by two pilots, it can be configured with up to 18 seats or six stretchers.

The H225 and military H225M are benchmarks in SAR and combat SAR and are operated by 20 nations worldwide.

Commander S.G. Sindri Steingrimsson, Director Flight Operations at the ICG said: “The experience with our current fleet of Super Pumas has been excellent through the years. Overall they have done a fantastic job for us here at the Icelandic Coast Guard, in some of the most challenging conditions for aircraft SAR operations in the world. We fully expect that the new Super Pumas will add great value to the safety and security of our operations, increasing capability and reliability while at the same time modernising our technological standards to meet current needs.”


Design to provide ample space and access to equipment for medical crews.

Atlanta, 4 March 2019 – The next-generation H160 is debuting a new air medical interior concept at this year’s Heli Expo trade show, with a cabin-mock up on the Airbus Helicopters booth completed by Metro Aviation. Metro, a longstanding partner of Airbus, developed this specific cabin concept design with needs of North American air medical operations in mind.

“At Metro Aviation, we spend a large amount of time pouring over designs to ensure any configuration that leaves our facility is one that exceeds expectations and eases the burden of air medical professionals who are already faced with a stressful job,” said Metro Aviation Managing Director Milton Geltz. “This EMS cabin concept designed for the H160 was laid out to ensure medical crews have the room and flexibility they need to work efficiently with the right equipment at their fingertips. We are excited about the possibility of completing this aircraft in the future.”

Some key features of the Metro concept interior include machined aluminum cabin floor allowing multiple configurations; four track and swivel medical attendant seats; a Modular Medical Rack (MMR); and an overhead communication panel with radio, audio and touch screen controls.

The H160 is the next generation medium twin-engine helicopter destined for offshore transportation, business and private aviation, public services, and commercial passenger transport. Its entry into service is planned for 2020.

With the largest cabin in its class, wide opening sliding door and positionable stretcher capacity, the H160 is the next generation high intensive care helicopter ideal for long distances critical patient or isolette transport. The air medical configuration on display at the show is just one of the concepts that will be designed for the H160, as this helicopter has the necessary components allowing it to be customized to meet the various patient care mission profiles delivered by air medical providers.

“We are excited to see the wide range of H160 configurations begin to take form, as we gear up for the much anticipated entry into service of this next-generation aircraft,” said Chris Emerson, president of Airbus Helicopters, Inc. and head of the North America region. “Metro Aviation is a trusted partner and performs completions on the entire range of Airbus products. We are impressed with their initial concept and look forward to expanding on its development.”

Airbus Helicopters is the leading provider of helicopters to the air medical transport industry. Approximately 55% of the 2,500 helicopters EMS helicopters flying in the world today are Airbus helicopters. In the U.S. alone, more than half of all new air medical helicopters sold in the last decade were produced by Airbus.

  • Static display includes enhanced H145, law enforcement H125, private & business aviation ACH145, emergency medical services H160
  • HCare customer support solutions that bring value to customers
  • Innovation corner with high-speed Racer mock-up

Marignane, 25 February 2019 – Airbus Helicopters is gearing up to showcase its mission-ready product and services line at this year’s Heli-Expo trade show, taking place from 5 -7 March at the Georgia World Congress Center in Atlanta. On static display at booth C305, show-goers will have a chance to visit the best-selling H145 and to discover its exciting new features, the H125 in a law enforcement configuration, and also to take a moment to experience the cabin display of the increasingly popular ACH145, equipped with an elegant Mercedes-Benz Style interior, part of the quality offerings across the Airbus Corporate Helicopters product range. The conceptual EMS mock-up of the H160 will also be making its U.S. debut for visitors to witness first-hand the exceptional work-space that the cabin provides for these critical, life-saving missions.

“This year’s Heli-Expo will focus on how we constantly strive to provide customers with products adapted to their missions, however varied those may be, and the right services to allow them to focus solely on performing those missions successfully,” said Bruno Even, CEO of Airbus Helicopters. “We will also demonstrate how Airbus is working to prepare the future of flight, displaying a scale mock-up of the Racer high-speed demonstrator on our booth and providing updates on our Urban Air Mobility strategy,” he added.

HCare, Airbus’ global customer support and service offer, will be at the heart of the booth with experts on hand to show how customers can improve the availability of their aircraft, optimize their costs, advance flight safety, and improve the asset value of aircraft. Daily service demonstrations, particularly of new digital services, will be performed on the Airbus booth.

Airbus will also be conducting flight demonstrations with an H135 in a U.S. Navy paint scheme, as the company is offering a partnership with the U.S. Navy to deliver the versatile H135 as the best-value training solution for its rotary-wing fleet replacement. The IFR -certified H135, a market leader in the twin engine category, is a proven and low-risk modern airframe that will allow the U.S. Navy to enhance its training curriculum. With a fleet of 1,300+ aircraft, and a proven operational availability rate greater than 90%, it is also one of the most dependable aircraft on the market. 

Stay tuned for updates throughout the show by following us on Twitter: @AirbusHeli, @AirbusPress, Instagram @airbus_helicopters and Facebook. Showgoers can also download the Airbus HPress news app available for Android and Apple devices to keep up with all of the news during the show.

PRESS RELEASE – 28 November 2018.

LEONARDO E SIAARTI INSIEME NEL SETTORE DELL’ELISOCCORSO. Partnership tra tecnologia e esperienza per un servizio più efficace, avanzato e sicuro.

  • Crescita delle capacità operative delle eliambulanze, maggiore efficacia dei servizi medici collegati all’elisoccorso e definizione di nuovi standard di formazione per i medici del settore gli obiettivi della collaborazione.
  • Leonardo è leader nella produzione di elicotteri di nuova generazione per i servizi medici di urgenza e ricerca e soccorso, con oltre 600 elicotteri in servizio in 50 Paesi.
  • SIAARTI presenterà lo stato dell’arte del complesso lavoro di stesura delle raccomandazioni e delle linee guida nel campo dell’elisoccorso nel corso del meeting internazionale REMOTE presso lo stabilimento Leonardo di Vergiate in data 1-2 dicembre.

Roma, 28 novembre 2018 – Leonardo e SIAARTI (Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva) annunciano il raggiungimento di un importante accordo di collaborazione non esclusiva nel campo dei servizi di elisoccorso.

L’Accordo ha come obiettivo la crescita delle capacità di missione delle eliambulanze e dell’efficacia dei servizi medici collegati al loro impiego attraverso, ad esempio, lo studio di nuove configurazioni interne dei futuri elicotteri, la definizione di nuove linee guida e standard per i medici e la loro formazione, sia in Italia che a livello internazionale. Sfruttare appieno le potenzialità dell’elisoccorso, generando benefici per i cittadini e ottimizzazione delle risorse, richiede infatti una focalizzazione sulla capacità dell’elicottero che deve essere in grado di volare di giorno e notte in tutte le condizioni meteo e in tutti gli ambienti, la valorizzazione del ruolo del personale medico, nella quasi totalità dei casi rappresentato da medici anestesisti rianimatori, e l’efficace interazione tra l’esperienza del medico e le tecnologie presenti a bordo. Nell’ambito della collaborazione SIAARTI contribuirà al miglioramento delle capacità delle eliambulanze in linea con l’evoluzione dei requisiti operativi e scientifici e all’analisi delle esigenze del personale medico e del sistema sanitario nazionale, fornendo anche supporto per l’addestramento. Leonardo metterà a fattor comune e a disposizione di SIAARTI capacità industriali e tecnologiche e la propria consolidata esperienza nel settore dell’elisoccorso a livello internazionale. L’accordo con SIAARTI si inserisce in un percorso di collaborazioni già in essere tra Leonardo e il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e l’Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani Emergenza Ara Critica (AAROI-EMAC).


SIAARTI presenterà lo stato dell’arte del complesso lavoro di stesura delle raccomandazioni e delle nuove linee guida nel settore dell’elisoccorso nel corso del Congresso Internazionale REMOTE, da lei promosso, presso lo stabilimento Leonardo di Vergiate (Varese) in data 1-2 dicembre.

Leonardo sta inoltre valutando lo sviluppo di un centro di addestramento dedicato all’elisoccorso, impiegando il mock-up dell’eliambulanza AW169 basato a Bologna già utilizzato dalla Croce Rossa Italiana, che potrà beneficiare della consulenza scientifica di SIAARTI, agevolando al contempo la società scientifica nelle attività di formazione.  SIAARTI è una società scientifica, senza scopo di lucro, che conta oltre 7.000 soci e che ha come obiettivo la promozione scientifica e culturale in vari campi della medicina quali Anestesia e Medicina Perioperatoria, della Rianimazione e Terapia Intensiva, della Medicina Critica dell’Emergenza; della Medicina del Dolore e Cure Palliative, della Medicina Iperbarica e delle Cure Materno-Infantili. SIAARTI è quindi impegnata nella definizione di linee guida, standard e procedure finalizzate al costante miglioramento delle operazioni di elisoccorso (HEMS – Helicopter Emergency Medical Service) e dell’addestramento del personale addetto. In tal modo SIAARTI intende così rispondere alle disposizioni della Legge 24/2017 (“Legge Gelli”), la quale prevede che gli esercenti le professioni sanitarie, nell’esecuzione delle relative prestazioni, si attengano alle raccomandazioni previste dalle linee guida pubblicate dalle società scientifiche e dalle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie.

Leonardo è leader di mercato negli elicotteri di ultima generazione per applicazioni di elisoccorso, con oltre 600 unità operative in 50 Paesi. L’azienda ha avviato, negli ultimi anni, un percorso per il rafforzamento del suo ruolo nel settore delle emergenze anche grazie alla sottoscrizione di accordi con il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e l’Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani Emergenza Ara Critica (AAROI-EMAC). Leonardo intende inoltre promuovere ulteriormente la ricerca sostenendo attività finalizzate alla raccolta di dati per nuove pubblicazioni scientifiche. I risultati derivanti da tali iniziative potranno essere utili alla validazione, al perfezionamento e all’implementazione delle linee guida nel campo dell’elisoccorso. L’elaborazione delle linee guida segue in particolare le indicazioni metodologiche (di tipo GRADE – Grading of Recommendations, Assessment, Development and Evaluation) fornite dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità. In base ad esse, tramite un’attenta valutazione delle evidenze scientifiche vengono fornite al personale sanitario delle raccomandazioni con differenti livelli di forza, tenendo conto anche, in modo integrato, di aspetti di carattere organizzativo, economico-finanziario e sociale.

Leonardo e l’elicottero dedicato ai compiti di salvataggio.

Il mercato mondiale dell’elisoccorso conta oggi circa 2400 elicotteri per missioni di elisoccorso (EMS – Emergency Medical Service). L’80% del mercato è oggi concentrato in Europa e Nord America. Leonardo vanta oggi una flotta di circa 370 eliambulanze operative in tutto il mondo alle quali si aggiungo oltre 300 elicotteri dedicati alla ricerca e soccorso in vari ambienti tra cui il mare e l’alta montagna. Il mercato dell’elisoccorso è cresciuto in modo significativo nell’ultimo decennio: le consegne di elicotteri civili impiegati per tale ruolo operativo da parte di tutta l’industria sono passate da una quota del 14% nel 2007 al 44% nel 2017. Secondo le previsioni, il mercato EMS è ancora in forte espansione e voleranno più di 3000 elicotteri entro i prossimi 10 anni. Il 40% della flotta mondiale sarà sostituita da macchine più moderne per far fronte alle obsolescenze. Le previsioni di crescita sono legate anche alla performance di nuovi mercati come la Cina e l’India e che stanno già dando segnali interessanti in tal senso. Leonardo ad esempio domina il mercato dell’elisoccorso in Cina con una quota del 70%. Con le eliambulanze fornite da Leonardo è stato infatti costituito il primo servizio integrato di elisoccorso che sarà in grado a breve di assicurare una vera e propria copertura nazionale in tutto il Paese asiatico.


La popolazione mondiale sta cambiando con un aumento di alcuni parametri dimensionali (altezza e peso). La rilevanza sociale e civile del soccorso nelle sue varie accezioni (eliambulanza, ricerca e soccorso in montagna e in mare, protezione civile e risposta a disastri) sta crescendo ed è sempre più diffusa, anche in mercati emergenti e in Paesi in via di sviluppo o con tassi di sviluppo particolarmente sostenuti così come nelle nuove potenze economiche. Cresce la domanda per volare e compiere la missione in ogni condizione meteo, ambientale e con disponibilità operativa molto elevata H24, 7 giorni su 7. Sempre più spesso gli standard certificativi civili (generalmente più stringenti di quelli militari) appaiono fondamentali anche per clienti governativi e militari chiamati ad offrire questo specifico servizio pubblico e quindi pronti ad adottare macchine ‘duali’ con certificazioni civili.


Gli elicotteri appartenenti alla categoria così detta leggera-intermedia (4-5 tonnellate, es. il modello AW169 di Leonardo) sostituiranno quindi progressivamente buona parte dei bimotore leggeri (del peso di 3 tonnellate) in risposta alla crescente domanda per maggior spazio in cabina, nuovi standard di sicurezza e disponibilità di equipaggiamenti dedicati alla missione, garantendo al contempo maggiori efficienze e contenimento dei costi grazie alla tecnologia di più recente concezione e un più ridotto impatto ambientale di tipo acustico e chimico.
Lo sviluppo e introduzione sul mercato in anni recenti della famiglia di elicotteri di nuova generazione di Leonardo (unico e primo caso al mondo) con i modelli AW169, AW139 e AW189 in classi di peso tra 4,5 e 9 tonnellate risponde già con significativi successi a questo scenario in evoluzione. Gli standard certificativi e di sicurezza più recenti, le avanzate capacità di missione ognitempo le ampie cabine permettono di rispondere efficacemente alle esigenze sopra descritte. La versatilità d’impiego permette di riconfigurare l’elicottero missione dopo missione. La condivisione di standard certificativi, approccio alla manutenzione e all’addestramento permette ad operatori di grandi flotte miste di raggiungere livelli di efficacia operativa ed efficienza gestionale senza precedenti. Il moderno elicottero EMS risponde alla necessità di trasformare l’eliambulanza da semplice mezzo di trasporto pazienti dal luogo dell’incidente all’ospedale (EMS primario) o per il trasferimento tra ospedali (EMS secondario) a vero e proprio ospedale volante per la stabilizzazione del paziente prima del raggiungimento della struttura d’intervento finale.


L’ottimizzazione delle capacità operative, dell’ergonomia e l’adozione di nuovi equipaggiamenti dedicati passa non solo per la ricerca e sviluppo ma anche attraverso la collaborazione con operatori e istituzionali nazionali e internazionali e l’addestramento alla missione di piloti e soccorritori (es. Soccorso Alpino, centro addestramento Sesto Calende e Croce Rossa Bologna). Questo contribuisce alla sensibilizzazione sulla necessità di individuare e definire standard di riferimento con le competenti autorità certificative e il supporto delle società scientifiche.


L’introduzione sul mercato nei prossimi due anni del convertiplano AW609, aeromobile in grado di combinare le prestazioni dell’aeroplano in termini di velocità/quota/raggio d’azione e la flessibilità dell’elicottero (decollo e atterraggio verticale, volo stazionario), apre nuovi scenari e nuove possibilità per i compiti di soccorso, riducendo i tempi di recupero e trasporto del paziente, permettendo di operare in condizioni e in ambientazioni inaccessibili per mezzi convenzionali, permettendo di collegare agevolmente e rapidamente una vera e propria rete di strutture a seconda del tipo di intervento e terapia. Anche la cabina pressurizzata dell’AW609 consente interventi di stabilizzazione del paziente senza precedenti per un aeromobile ad ala rotante