Luni

All posts tagged Luni

SATER 02-19 … Esercitazione Interforze SAR / CNSAS.

Si é svolta il 18 giugno, tra la Riviera di Levante dell’Appennino Ligure ed il basso Appennino Emiliano, l’esercitazione SATER 02-19.
Si tratta di un’attività addestrativa che prevede simulazioni di Ricerca e Soccorso (S.A.R. Search and Rescue) in collaborazione con CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) per affinare l’integrazione e l’operatività tra le diverse componenti chiamate a concorrere.

L’esercitazione, interforze ed inter dicasteriale, si inquadra in un programma addestrativo dell’Aeronautica Militare, volto a verificare le capacità di effettuare operazioni di soccorso aereo in caso di incidenti aerei in ambiente terrestre. La SATER 02-19 si differenzia dalle precedenti edizioni in quanto lo scenario previsto ha visto la ricerca di escursionisti infortunati, simulando inoltre il recupero di persone bloccate in zona ipogea (grotte) con intervento della squadra speleologica del CNSAS.

Il Comando Operazioni Aeree (COA) dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico (FE) ha coordinato le operazioni di ricerca che sono state svolte sia di giorno che di notte con gli speciali visori notturni NVG (Night Vision Goggles).

Per il coordinamento delle operazioni S.A.R. é stata costituita una postazione di comando e controllo, denominata PBA (Posto Base Avanzato) presso il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto di Sarzana (SP), che insieme alle altre articolazioni della Guardia Costiera garantisce un servizio di allarme continuativo per la ricerca e il soccorso in mare e in ambiente costiero.

Oltre all’Aeronautica Militare, che ha partecipato con un elicottero HH-139 del 15° Stormo 85° Centro CSAR di base a Pratica di Mare (RM), hanno preso parte all’esercitazione anche la Marina Militare con un elicottero del 1° o 5° Gruppo di Luni (SP), la Guardia Costiera con 1 AW139 della Base Aerea di Sarzana (SP), i Carabinieri con 1 A109 del 15° Nucleo Elicotteri di Albenga (SV), la Polizia di Stato con 1 AB212 del 9° Reparto Volo di Malpensa (MI) ed 1 velivolo P68 del 10° Reparto Volo di Venezia, la Guardia di Finanza con 1 AB412 della Sezione Aerea di Pisa ed 1 NH500 della Sezione Aerea di Genova, quest’ultima supportata a terra da una squadra del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Il coordinamento dell’intera operazione di ricerca terrestre é stato affidato al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) della regione Liguria, che ha messo a disposizione le seguenti risorse per le ricerche a terra, 10 Unità Radiomobili per pianificazione e coordinamento, 10 Squadre composte da Tecnici, Personale Sanitario e Cinofili.

Il 15° Stormo dell’Aeronautica Militare garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7300 persone in pericolo di vita o in condizioni di grave difficoltà.

Si ringrazie l’Aeronautica Militare, il 15 STORMO CERVIA e il 1°Luogotenente Daniele Ruffilli (Addetto Pubblica Informazione) per la disponibilità e cortesia.

Tutte le immagino sono state realizzate da Egidio FERRIGHI in collaborazione con www.dgualdo.it

Fonte: Cittadellaspezia.com 22 Marzo 2017

La Guardia costiera manda in pensione gli elicotteri AB412.

Quasi un quarto di secolo di preziosa attività, tra salvataggi e vigilanza sulla pesca.

Val di Magra – Il prossimo 30 marzo, presso la Base aeromobili di Sarzana, si terrà una cerimonia per celebrare la dismissione della linea elicotteri AB412CP della Guardia Costiera, dopo 24 anni di onorato servizio.

Linea elicotteri che, dal 16 aprile del 1993, con all’attivo 25.094 ore di volo, ha consentito al Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera di adempiere, ancor più efficacemente, a quanto la legge gli attribuisce per competenza, in materia di ricerca e salvataggio della vita umana in mare (soccorrendo e salvando 132 persone), di sicurezza della navigazione, del traffico e del trasporto marittimo e di tutela e vigilanza sulle attività di pesca. Sarà una cerimonia formale, con interventi da parte del Comandante della Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto, Capitano di Vascello Paolo Cafaro, del Comandante della 1^Sezione Volo Elicotteri della Guardia Costiera, Capitano di Fregata Domenico Lisa, dell’Italian Government Business Unit della Leonardo S.p.A., Ing. Luigi Cereti, e del Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Isp. Giovanni Pettorino, e alla quale saranno presenti Autorità e personale che ha avuto un ruolo determinante nello sviluppo di un elicottero così importante per il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.
Sarà effettuato anche un suggestivo display aereo a rappresentare il passaggio di testimone tra il passato e il futuro della componente elicotteristica del corpo, rappresentato dalla linea AW139.