Regione Sardegna

All posts tagged Regione Sardegna

Ecco le prime immagini del nuovo servizio di elisoccorso inaugurato in data 1 Luglio da AREUS 118 Regione Sardegna sulle basi di Olbia e Cagliari … un ringraziamento a CNSAS e Airgreen per aver reso disponibili queste anteprime dei primi due elicotteri operativi, AW139 I-OLBI e EC145T2 I-TORQ. A breve seguirà anche il secondo EC145T2 I-TDUE sulla base di Alghero.

ANSA NEWS – Cagliari, 21 Maggio 2018

Elisoccorso: via all’addestramento.

Arru annuncia, iniziata la formazione in vista dell’1 luglio.

E’ iniziata ad Alghero la formazione-addestramento dei medici e degli infermieri che lavoreranno nel servizio di elisoccorso, che sarà operativo dall’1 luglio. Lo ha annunciato su Twitter l’assessore alla Sanità Luigi Arru, che per l’occasione ha postato una foto di gruppo del personale, davanti a uno dei mezzi dell’Airgreen srl, la società che si è aggiudicata il bando dell’Azienda per la Tutela della Salute per un importo totale di 58 milioni e mezzo di euro (con un ribasso d’asta del 12,4%) pari a circa 8 milioni e 315 mila annui più Iva. L’aeroporto di Alghero (h12) è una delle tre basi – le altre saranno gli scali di Olbia (h24) e Cagliari (h12) – dove sarà effettuato il servizio delle eliambulanze. Proprio a Fertilia sono atterrati il 19 maggio gli elicotteri mentre il giorno prima il Consiglio di Stato aveva respinto in via definitiva il ricorso presentato dalla società Elitaliana spa contro la Regione e l’Ats riguardante la gara per il servizio regionale aggiudicata alla Airgreen srl.

Link all’articolo originale di ANSA: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/05/21/elisoccorso-via-alladdestramento_7d18f3b7-b9fc-4989-9a49-79636603cdea.html

ANSA News – 22 Febbraio 2018.

ANSA News – Elisoccorso in Sardegna dall’1 luglio. Servizio per 8 anni a Airgreen, tre velivoli e tre basi.

(ANSA) – CAGLIARI, 22 FEB – Anche la Sardegna avrà l’elisoccorso. Il servizio – presente in quasi tutte le altre regioni d’Italia – sarà operativo a partire dall’1 luglio prossimo e sarà gestito da un delle principali società elicotteristiche del paese, la Airgreen, già impiegata in attività di Hems in Piemonte e Valle d’Aosta. Airgreen si è aggiudicata la gara offrendo il 12,4% in meno rispetto alla base d’asta di 73,1 milioni, quindi 58,5 milioni al netto di Iva, ovvero 7,3 milioni all’anno per otto anni.

Il servizio sarà effettuato da tre elicotteri su tre basi individuate nei tre aeroporti sardi: Cagliari Elmas (Airbus H12), Alghero Fertilia (Airbus H12), Olbia Costa Smeralda (Leonardo H24). L’equipaggio sarà costituito da cinque persone: due piloti, un medico, un infermiere e l’addetto al verricello che sarà un tecnico del Soccorso alpino.

“Con il ribasso d’asta avremo il più basso prezzo di volo in Italia”, spiega il direttore generale dell’Azienda per la Tutela della Salute (Ats), Fulvio Moirano. Al direttore generale di Areus, l’Azienda di emergenza urgenza, Giorgio Lenzotti, spetterà il compito di avviare il servizio, che “cambierà il modo di fare soccorso in Sardegna”. “Questo è il terzo tassello della riforma sanitaria dopo la Asl Unica e la rete ospedaliera”, sottolinea l’assessore alla Sanità Luigi Arru.

“Finalmente – dice il governatore Francesco Pigliaru – entreremo in un sistema di sanità ragionevole, dove chiunque potrà essere portato all’eccellenza con pari diritti”.

(ANSA)

Link del post originale di ANSA: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/02/22/elisoccorso-in-sardegna-dall1-luglio_41c49628-a7a6-494b-937f-98ffc89d12aa.html

ANSA News – 21 Febbraio 2018

Elisoccorso, verso aggiudicazione bando. Gara da 93mln per tre basi, due le imprese rimaste in corsa.

(ANSA) – Il Tar della Sardegna ha dichiarato inammissibile e respinto il ricorso promosso dalla società Elitaliana spa contro il bando da 93 milioni di euro per l’assegnazione del servizio di elisoccorso in Sardegna, portato avanti dalla Assl di Olbia. La Ats, quindi, sta procedendo in queste ore ad aggiudicare la gara per la quale erano rimaste in piedi le offerte di due aziende italiane, la Airgreen srl e la Babcock mission critical service Italia spa. 

I dettagli della aggiudicazione saranno resi noti domani, nel corso di una conferenza stampa a Villa Devoto con il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, l’assessore della Sanità, Luigi Arru, i direttori generali dell’Ats e dell’Areus, Fulvio Moirano e Giorgio Lenzotti.

“Sono sempre stato certo del buon lavoro di tutto il personale Ats impegnato nella stesura del capitolato di gara, nonché dell’attività da parte della commissione che si è occupata dell’assegnazione – dice Moirano – L’esito della sentenza di oggi lo dimostra”. “Finalmente – aggiunge – possiamo dire con soddisfazione che i cittadini sardi avranno a disposizione un fondamentale servizio di altissima qualità”.

Il servizio sarà effettuato su tre basi: Cagliari Elmas ed Alghero Fertilia (entrambe operative per 12 ore) e Olbia Costa Smeralda (attiva nelle 24 ore). L’aggiudicatario dovrà fornire tre elicotteri tecnicamente attrezzati e il personale di volo e tecnico dotato di adeguata competenza ed esperienza, mentre il personale medico e sanitario sarà a carico del Servizio Sanitario isolano.

(ANSA)

Link del post originale di ANSA: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/02/21/elisoccorso-verso-aggiudicazione-bando_7f4e3a41-2ce0-4ce3-8bef-d7cec0aa1eb9.html

ANSA News – 31 Gennaio 2018

Gara elisoccorso, ribassi del 10%. Aperte buste offerte economiche delle 2 aziende rimaste in gara.

Ultime battute del procedimento di gara per l’affidamento del servizio di elisoccorso in Sardegna. Nella giornata di ieri si è tenuta la seduta pubblica della commissione per l’apertura delle buste contenenti le offerte economiche presentate.

“Gli sconti praticati su base d’asta sono superiori al 10%, con una riduzione dei costi, a vantaggio dell’Ats, di circa 10 milioni di euro anche in considerazione dell’Iva – spiega il Direttore generale della Asl unica-Ats, Fulvio Moirano – Se confermato dalle verifiche in corso, si tratta di un risultato molto importante tenuto conto che le recenti assegnazioni in altre Regioni, tra l’altro sotto indagine antitrust per potenziale cartello, avevano ottenuto sconti risibili, spesso inferiori all’1%”. Due le aziende che sono state ammesse alla gara, la Airgreen srl e la Babcock mission critical service Italia spa, mentre era stata esclussa la Rti Nhv Nv- Rotar Italia sas, “a causa di alcune irregolarità riscontrate nella documentazione”.

Ora, così come previsto dal Codice degli appalti, è iniziato l’iter per la verifica di congruità delle offerte, che dovrebbe concludersi entro febbraio. In base alla convenzione siglata con l’Anac, tutta la documentazione verrà inviata all’Autorità nazionale anticorruzione per una valutazione.

“Sono molto soddisfatto del lavoro portato avanti dalla commissione di esperti, la quale ha lavorato celermente e con professionalità nell’ottica di attivare il servizio prima dell’estate”, spiega il manager dell’Areus, Giorgio Lenzotti.

ANSA Original Link: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/01/31/gara-elisoccorso-ribassi-del-10_c10953f3-b80b-4379-a31c-8a47a1e64b45.html

ANSA News – 23 Novembre 2016

Regione Sardegna – Sanità: verso elisoccorso con tre basi, 90 milioni per nove anni.

Lo ha annunciato l’assessore della Sanità, Luigi Arru, durante un’audizione nella competente commissione del Consiglio regionale, sottolineando che verrà presentato uno specifico emendamento.

Attraverso un accordo con la Regione Lombardia, la Sardegna potrebbe avere presto il servizio di elisoccorso. Lo schema dell’intesa prevede nove anni di contratto ad un costo complessivo di 90 milioni.

Lo ha annunciato l’assessore della Sanità, Luigi Arru, durante un’audizione nella competente commissione del Consiglio regionale, sottolineando che verrà presentato uno specifico emendamento in sede di assestamento di bilancio per accelerare le procedure e perfezionare l’accordo.

L’intesa, ha spiegato l’esponente della Giunta, “prevede la dislocazione dei mezzi nelle basi di Alghero, Cagliari ed Olbia (quest’ultima H24) per assicurare interventi di primo soccorso nel tempo massimo di 20 minuti all’interno di un raggio di copertura di 50 miglia. Si tratta di uno schema che potrà essere verificato e migliorato dopo una valutazione dei risultati sul campo.

Abbiamo fatto questa scelta in condizioni di emergenza – ha precisato Arru – perché rischiavamo uno slittamento del bando europeo di altri 6 mesi, un bando molto complesso e ricco di tecnicalità dal cui buon esito dipende il successo della riforma che abbiamo impostato”.

iheco-dgu-600