Sustainable Aviation Fuel

All posts tagged Sustainable Aviation Fuel

PRESS RELEASE – Dallas, TX (March 9, 2022)

Safran Helicopter Engines and Bell Textron Inc., a Textron Inc. (NYSE: TXT) company, announced today a collaboration initiative to explore technical performance and economic impacts of sustainable aviation fuel (SAF) on the Arrius 2R-powered Bell 505.

A single, dedicated Bell 505 aircraft will conduct flights solely with the use of blended SAF. Both Bell and Safran Helicopter Engines will evaluate engine and aircraft performance data to better assess the collateral benefits associated with the incorporation of SAF, a significant tool being used to reach industry carbon reduction objectives.

Bruno Bellanger, executive vice president, Programs, Safran Helicopter Engines said: “We strongly believe in SAF, as it contributes to significantly reduce CO2 emissions. As all our helicopter engines, the Arrius 2R, is already certified to operate on up to 50% SAF, and we are fully ready to assist all Bell 505 operators worldwide in their transition from conventional fossil fuels to SAF”.

“Bell has championed the usage of SAF as one of our many critical efforts in achieving carbon emission reductions in our rotorcraft operations,” said Doug May, vice president of Customer Experience. “We look forward to working with Safran Helicopter Engines to gain a comprehensive understanding of SAF incorporation that will inform future aircraft technology and operations and ultimately support greener aviation practices.”

With all its engine range already certified to operate on up to 50% SAF, Safran objective is to certify in the coming years the use of 100% SAF, which can potentially result in carbon lifecycle emissions reductions by up to 80%. In 2021, Safran conducted ground test campaign for a Makila 2 running on 100% SAF, and followed this with successful flight tests.

Safran Helicopter Engines is strongly committed to reducing carbon emissions at its sites worldwide by incorporating SAF at all its test benches. Since last June, the manufacturer has been using it at every site in France, initially at a level of 10% of total aviation fuel usage, with a target of 50% by 2025. It has also recently deployed SAF to its UK facility at Fareham.

PRESS RELEASE – DALLAS, TX., March 7, 2022

Sikorsky, a Lockheed Martin Company [NYSE: LMT] together with GE Aviation and Milestone Aviation, announce the S-92® helicopter arrived at HAI HELIEXPO 2022 using a blend of Sustainable Aviation Fuel (SAF).

The helicopter utilized a combination of biofuel, as well as traditional jet fuel in the 1500 mile
cross country flight. “As a Corporation, we are committed to sustainability and I am proud that our S-92 helicopter is playing a role in a more sustainable future,” said Jason Lambert, Sikorsky’s vice president of Global Commercial and Military Systems. “The aircraft is known for its unmatched advantages and the use of biofuel is one more attribute on that list.” Sikorsky continues to look for opportunities across its fleet to utilize Sustainable Aviation Fuel and take steps to meet environmental challenges.

“GE is committed decarbonization efforts in the aviation industry,” said Harry Nahatis, vice president and general manager for GE turboshaft engine programs. “The increased adoption of SAF is one pathway toward decarbonization, and we’re proud to not only support our customers at Sikorsky and Milestone Aviation for this SAF flight, but also to be actively involved in assessing and qualifying SAF for widespread use in the industry.”

GE has performed extensive testing, including the industry’s first commercial biofuel demonstration flight in 2008, and the first 100 percent SAF commercial airliner flight in 2018. All GE and GE partnership engines in service today — and in the future — can operate with approved SAF.

Pat Sheedy, President & CEO, Milestone Aviation, said, “We are very pleased to be part of this important initiative with our long-time partners at Sikorsky and GE Aviation, and to support them in meeting their commitment to sustainability. This is the first SAF-powered flight for Milestone Aviation and we are delighted to collaborate with them to bring this to fruition.”


PRESS RELEASE – Bordes, September 8, 2021

Safran Helicopter Engines today performed a world first at its Bordes facility (Pyrénées-Atlantiques, France); a helicopter engine run on 100 percent sustainable aviation fuel (SAF).

During the test, a Makila 2 ran on a biofuel produced by TotalEnergies from residues and waste from the circular economy, specifically used cooking oil.

A test campaign will now evaluate the operational impact of using only SAF on a helicopter engine. To do this, the engine manufacturer will utilize a Safran Tech special facility known as “Bearcat” (Banc d’Essai Avancé pour la Recherche en Combustion et Aérothermique des Turbomachines), an advanced test bench for turbomachinery combustion and aerothermal.

Franck Saudo, CEO of Safran Helicopter Engines says, “after the first flight of a rescue helicopter using 40% SAF in June, and the fuel’s gradual introduction for engine tests at our sites, we are now taking a new step toward using fuel made entirely from renewable sources. These tests are a key step in the realization of future test flights with our helicopter partners. By expanding the use of sustainable fuels among helicopter operators and at our sites, we will significantly reduce CO2 emissions over the entire life cycle of our products”.

“By offering our customers like Safran sustainable aviation biofuels produced in France, we are meeting a strong demand from the aviation industry to reduce its carbon footprint. The development of biofuels is one of the main thrusts of TotalEnergies’ multi-energy strategy to meet the challenge of decarbonizing the transportation sector. This is fully in line with the Company’s climate change ambition of achieving carbon neutrality by 2050,” said Virginie Merini, Senior Vice President, Renewable Fuels at TotalEnergies.

Safran engines are already certified to operate with up to 50% SAF. With 100% incorporation, the lower carbon footprint of these fuels will reduce CO2 emissions by up to 80%.

WeMakeItFly #HEMS @SafranHCEngines @TotalEnergiesDE

JOINT PRESS RELEASE – Monaco, Germania, 7 Giugno 2021.

Un elicottero di soccorso ha volato per la prima volta con carburante sostenibile per l’aviazione (SAF), raggiungendo una nuova pietra miliare nell’aviazione internazionale.

Operato dall’organizzazione no-profit tedesca ADAC Luftrettung, l’elicottero di soccorso Airbus H145 ha rifornito, per l’occasione, i suoi motori Arriel 2E con biocarburante, un tipo di SAF, presso la stazione di soccorso aereo situata nella clinica Harlaching di Monaco di Baviera in presenza del consiglio di amministrazione dell’ADAC Foundation, degli amministratori delegati e del top management di ADAC Luftrettung, del produttore di motori Safran Helicopter Engines, del produttore di elicotteri Airbus Helicopters, e della società energetica TotalEnergies. Insieme, queste aziende saranno una forza trainante nella decarbonizzazione del volo in elicottero, sviluppando alternative ai carburanti convenzionali per l’aviazione.
L’Airbus H145 ha utilizzato un biocarburante di seconda generazione – il SAF, preferito dall’industria aeronautica – che riduce le emissioni di CO2 fino al 90% rispetto al suo equivalente fossile, perché è prodotto da materiali residui e di scarto dell’economia circolare come oli e grassi da cucina usati. Di conseguenza, il combustibile non ha alcun impatto sulla produzione alimentare agricola.
Il carburante utilizzato per il primo volo dell’elicottero di soccorso a Monaco è stato prodotto da TotalEnergies nel suo stabilimento in Francia da olio da cucina usato, senza utilizzare alcun olio vegetale vergine. Con questo SAF, la flotta di ADAC Luftrettung potrebbe ottenere una riduzione del 33% delle emissioni di CO2, che, con più di 50.000 missioni di soccorso e più di 3,3 milioni di chilometri percorsi all’anno, equivale a una riduzione di circa 6.000 tonnellate di CO2.
ADAC Luftrettung e il produttore di motori Safran Helicopter Engines condividono la stessa ambizione di contribuire allo sviluppo di un carburante sostenibile per l’aviazione. A questo scopo stanno lanciando un progetto con un elicottero di soccorso ADAC a Colonia. Il progetto studierà tutti gli aspetti dell’uso del biocarburante sull’H145, con una campagna operativa che inizierà già nell’estate del 2021.
Dopo il debutto del biocarburante, gli amministratori delegati di ADAC Luftrettung e Safran Helicopter Engines, Frédéric Bruder e Franck Saudo, hanno firmato un accordo a lungo termine sul SAF, che prevede di aumentare il rapporto di miscelazione del biocarburante fino al 100% nei prossimi anni e successivamente anche di promuovere l’uso di e-fuel sintetico, noto anche come Power-to-Liquid (PTL), un’altra alternativa drop-in ai combustibili fossili. Il
PTL si riferisce alla generazione di combustibili liquidi prodotti utilizzando energia elettrica da fonti rinnovabili, che, insieme all’uso del biocarburante, permetterà all’aviazione di avvicinarsi a un’aviazione neutrale per il clima. Il biocarburante è attualmente certificato e approvato per l’aviazione in una miscela massima del 50 per cento con cherosene convenzionale del tipo JET-A1. L’elicottero di soccorso ADAC ha volato con una miscela al 40 per cento.

Il Dr. Andrea David, CEO della non-profit ADAC Foundation, a cui appartiene ADAC Luftrettung, dichiara che “per noi, il progetto pilota Sustainable Aviation Fuel è un primo grande passo sulla strada verso un’ADAC Foundation e un servizio di soccorso aereo neutrali rispetto al clima, e il nostro contributo come organizzazione senza scopo di lucro per raggiungere gli obiettivi della Germania e dell’Europa per la protezione del clima.”
“Vogliamo essere un pioniere nella riduzione di CO2 nei servizi medici di emergenza con cherosene ecologico. Questo significa che dobbiamo anche sviluppare tecnologicamente il soccorso aereo in modo che l’uso del SAF sia a prova di futuro nel lungo termine. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo dei partner forti al nostro fianco”, aggiunge Frédéric Bruder, amministratore delegato di ADAC Luftrettung. “È importante che il SAF sia un carburante ufficialmente approvato, il che significa che la sicurezza dei voli e dei pazienti rimane al massimo livello”.

Franck Saudo, CEO di Safran Helicopter Engines, dichiara: “Safran sta guidando gli sforzi dell’industria dei motori per ridurre le emissioni di anidride carbonica degli elicotteri. Insieme a questo storico primo volo, abbiamo firmato un accordo con ADAC Luftrettung per espandere l’uso del SAF nella loro flotta di elicotteri con motore Safran. Tutti i motori Safran sono certificati per funzionare con un massimo del 50 per cento di carburante sostenibile, compreso il biocarburante. Il nostro obiettivo è di raggiungere il 100 per cento”.

Bruno Even, CEO di Airbus Helicopters, dichiara: “Fare da pioniere nel settore aerospaziale sostenibile è una chiara ambizione per Airbus e consentire l’uso di carburante sostenibile per l’aviazione è una pietra miliare importante per il nostro settore. L’evento di oggi è il primo passo per rafforzare l’ambizione di Airbus Helicopters di avere la gamma di prodotti con le più basse emissioni di CO2 al mondo”.

Christian Cabrol, amministratore delegato di TOTAL Deutschland GmbH, aggiunge: “TotalEnergies si è posta l’obiettivo di arrivare a emissioni nette zero insieme alla società entro il 2050. Sviluppando i biocarburanti, stiamo aiutando i nostri clienti dell’industria aeronautica a ridurre l’intensità di carbonio dei prodotti energetici che utilizzano. Il nostro
carburante sostenibile per l’aviazione può essere utilizzato senza alcuna modifica dell’infrastruttura logistica per lo stoccaggio e la distribuzione, e quindi anche direttamente su aeromobili ed elicotteri. Lo stiamo sperimentando oggi nella pratica. Lo scorso marzo, abbiamo iniziato con successo la produzione di carburante sostenibile per l’aviazione in
Francia, che è già stato utilizzato per un volo a lungo raggio tra Parigi e Montreal due settimane fa, e presto lo renderemo disponibile ai nostri clienti tedeschi”